Come baciare: un sito da la risposta a questa domanda

Nell’adolescenza le domande più banali possono diventare dei problemi insormontabili. Come baciare, per esempio è una domanda che trova spesso posto nella testa di chi si trova ad affrontare l’adolescenza.

A scuola ed in classe, è molto probabile incontrare qualcuno che ci piace e l’idea di volergli dare un bacio, porta l’adolescente a chiedersi come baciare bene un ragazzo o una ragazza.

Questa domande che a prima vista può sembrare una banalità per gli adulti, diventa invece un dubbio esistenziale molto forte negli adolescenti. L’idea di non sapere come baciare una persona è limitante a quell’età e può essere vissuta con disagio.

Nell’adolescenza le occasioni per baciare una persona non mancano: molte coppie nascono a scuola, dove è facile apprezzare qualcuno per le sue qualità, sia scolastiche che extra-scolastiche. E’ facile fare gruppo e si passa molto tempo insieme. E’ dunque facile che ci piaccia qualcuno della classe.

Se vogliamo scoprire come baciare un ragazzo, per esempio, la soluzione migliore è chiedere alle proprie amiche. Magari qualcuna di loro l’ha già fatto e può darci dei consigli. Oppure possiamo chiedere anche in famiglia, alla mamma o alle sorelle, che non disdegneranno di aiutarci.

Se invece si è maschi, è più difficile chiedere agli altri come baciare una ragazza. Se lo chiedessimo agli amici probabilmente ci prenderebbero in giro e chiedere queste cose in famiglia è molto difficile. Non c’è un motivo particolare ma credo che sia la natura ad essere fatta così.

La timidezza come fattore limitante per scoprire come si bacia

Nella nostra società riceviamo un’educazione che rispetta il prossimo. A volte però questo rispetto è eccessivo e tutto ciò porta a considerare la spontaneità come una manifestazione di maleducazione nei confronti delle altre persone.

Gli atteggiamenti spontanei vengono repressi dalla società e dall’educazione. Le buone maniere comportano che non si sia troppo spontanei perché esserlo significa manifestare una mancanza di rispetto altri.

Anche se tutto questo non è produttivo, è tuttavia la realtà. Questo atteggiamento porta le persone che nascono con un carattere più timido degli altri, a non avere mai esperienze di vita che invece dovrebbero essere vissute. Come si bacia, ad esempio, è una domanda che può essere tranquillamente fatta quando si è adolescenti, ma è imbarazzante nel momento in cui si è adulti e non sappiamo ancora come baciare.

Occorre perciò dare libero sfogo alle proprie sensazioni nel momento in cui le avvertiamo. In adolescenza, se abbiamo le emozioni e le sensazioni di dover bare un bacio alla persona che ci piace, dobbiamo farlo.

Spesso accade anche che la società sia così restrittiva nell’imporre delle regole non scritte, che ci sentiamo quasi in colpa per i il fatto che ci piace qualcuno. Non deve essere così perché altrimenti rischiamo di arrivare in età adulta e non sapere come si bacia una ragazza. Quando siamo in età adulta e ci poniamo questo quesito, accade che non possiamo e non ce la sentiamo di esternalizzarlo verso gli altri.

Ciò porta all’isolamento o alla ricerca della risposta su internet, dato che Google risponde praticamente a tutto. Ma se è possibile trovare la risposta a come si bacia su internet, la realtà dei fatti è che non è possibile imparare a baciare una persona semplicemente leggendo del testo, perché si tratta di una esperienza che va vissuta in prima persona.

 

Commenti

Clash Royale e le sue carte: quali carte sono le migliori

Vi è un gioco nel 2016 che è destinato a diventare il più giocato e chiacchierato dell’anno. Questo gioco si chiama Clash Royale ed è destinato a diventare tale perché si tratta del successore di Clash of Clans.

Se il suo predecessore è entrato a pieno titolo tra i giochi più scaricati degli ultimi anni, Clash Royale, grazie alla sua formula, è destinato a prenderne il posto.

Ideato da Supercell, esso eredita molti del personaggi dal precedente gioco, ma fonda le sue radici in una tipologia di gioco decisamente innovativa. Il gioco infatti, per la prima volta, introduce il concetto di real time e i giocatori possono sfidarsi in tempo reale in due luoghi diversi del mondo.

Clash Royale inoltre è un gioco decisamente diverso dal predecessore perché è molto simile al gioco di carte Magic. Quando si comincia a giocare a Clash Royale, abbiamo un insieme di carte messe a disposizione del gioco dal sistema. Le carte iniziali sono casuali, ma ben presto ci accorgiamo che esistono molte altre carte più o meno potenti, in grado di fare la differenza nelle fasi di gioco.

Quali sono le migliori carte a Clash Royale

Non esistono carte migliori o peggiori, bensì carte comuni, rare, epiche e leggendarie. Questi diversi tipi di carte si differenziano per la facilità con cui le troviamo e per il loro costo in Elisir nel momento in cui si vanno a giocare.

Giocare una carta infatti ha un costo in Elisir e l’Elisir è una risorsa limitata nel gioco, che cresce piano piano ed assume valori da zero a dieci. Ogni volta che giochiamo una carta a Clash Royale, l’Elisir scende di un valore pari al valore della carta. Questo decide i tempi del gioco e le strategie perché è naturale che giocando carte potenti e ad alto valore, l’Elisir si esaurirà più velocemente. E non è bene far decrescere troppo l’Elisir perché potremmo trovarci scoperti nel momento del bisogno, ovvero quando l’avversario ci attaccherà.

E’ bene quindi trovare uno stile di gioco che ci consenta di  mantenere sempre un livello di Elisir adeguato e sufficiente per avere almeno le risorse per schierare un assetto difensivo.

Esistono strategie a Clash Royale?

Le strategie al gioco esistono, come naturalmente esistono in tutti i giochi. La verità però è che nonostante tutti cerchino trucchi a Clash Royale, e siano nati anche molti siti per questo (ad esempio a questo link), i trucchi non sono veri e propri trucchi ma piuttosto sono strategie in grado di facilitare le fasi di gioco.

La strategia quindi va tarata sul proprio stile. Se lo stile di gioco è principalmente in attacco, allora servirà comporre un mazzo adeguato per le fasi di attacco, che consenta di sferrare attacchi veloci e potenti in grado di distruggere almeno una torre nemica senza subire perdite. E’ ovvio infatti che mentre si sferra un attacco potente, l’Elisir, per quanto usato con parsimonia, decresca e qualora l’avversario decida a sua volta di attaccarci, potrebbe accadere che non si riesca a difendere le torri.

In questi casi la situazione limite tollerabile è la perdita di una torre a patto che anche noi riusciamo a distruggerne una.

Se invece il nostro stile è difensivo, occorre innanzitutto aspettare che l’avversario faccia la prima mossa e schierare difese in grado di annientare il suo attacco, con delle rimanenze di truppe. Se infatti il nemico riuscisse a distruggere tutte le nostre truppe difensive, non avremmo rimanenze per sferrare subito a ruota il nostro attacco e probabilmente il nemico riuscirebbe a ricaricare l’Elisir in questa fase, preparando un nuovo attacco.

Quando accade questo tipo di situazione è molto probabile che la partita finisca in parità.

 

Commenti

GESTIONE TERAPEUTICA DEL CARCINOMA A CELLULE BASALI (BCC) 

Il presente protocollo, elaborato dal Dottor Mario Rossi, Medico Chirurgo e Specialista Dermatologo ad Empoli, si prefigge di indicare gli interventi diagnostici e terapeutici ottimali per la gestione del carcinoma basocellulare e di individuare nell’ambito delle strutture dove tali interventi sono effettuati, descrivendone il percorso per gli utenti.

“Il Carcinoma Basocellulare (BCC) è un tumore epiteliale a malignità locale, che presenta un’ evoluzione lenta ma progressiva, con una variabile tendenza all’ invasività locale e con un modestissimo indice di metastatizzazione 0.0028-0.55%. Interessa in modo particolare soggetti caucasici, per i quali corrisponde al piu’ comune tumore maligno della cute (e in assoluto il tumore maligno più frequente); si localizza soprattutto nel distretto testa-collo (80% casi),ed in minor misura a livello del tronco (15% casi). Il BCC si presenta con diverse varianti cliniche: nodulare, nodulare ulcerato, superficiale, piano-cicatriziale, sclerodermiforme, ulcus rodens, fibroepitelioma di Pinkus, pigmentato. La diagnosi clinica è in genere agevole. Nell’iter diagnostico l’anamnesi (eta’ per lo più avanzata, fototipo I e II, storia di fotoesposizione cronica e/o acuta intermittente, stato di immunosoppressione, pregresse neoplasie cutanee) e l’obiettivita’ clinica (sede, dimensioni, infiltrazione, caratteristiche dei margini) sono fondamentali; l’utilizzo di tecniche avanzate come la dermatoscopia puo’ migliorare l’accuratezza diagnostica. Il medico di Medicina Generale, a cui si rivolge il paziente che ha identificato una lesione sospetta, invia il paziente stesso allo Specialista Dermatologo con esperienza consolidata nella diagnosi e nel trattamento dei carcinomi cutanei. Il procedimento diagnostico non può non prescindere dalla valutazione clinica da parte di un medico esperto nel ramo, dall’anamnesi occupazionale e dalla storia della lesione. L’uso di tecniche diagnostiche avanzate come la dermatoscopia può migliorare l’accuratezza diagnostica, rappresentando un utile ausilio per la figura del dermatologo.”

“L’approccio terapeutico del BCC”, conclude il Dottor Mario Rossi, dermatologo ad Empoli, “dipende dal tipo istologico, dalle dimensioni, dalla sede, dal numero di lesioni, dall’età, dalle condizioni generali del paziente e dalle comorbidità. Le molte varianti possibili rappresentano situazioni cliniche tra loro molto diverse e sono la ragione di una scelta terapeutica, talora obbligata, ma spesso legata alle diverse esperienze e disponibilità tecnologiche. Quanto segue rappresenta una sintesi di quanto è corretto fare; verranno, inoltre, indicate le possibili soluzioni di seconda scelta, in rapporto alle condizioni del soggetto da trattare ed alle eventuali precedenti terapie che non si sono dimostrate radicali. La terapia deve ottemperare, oltre alla ovvia radicalita’ oncologica, anche ad un risultato estetico accettabile, al minimo disagio per il paziente ed al contenimento dei costi. Si distinguono due modalita’ di trattamento: chirurgico e non chirurgico. Il trattamento d’elezione è l’asportazione chirurgica con successiva valutazione istologica dei margini di resezione; dal momento che questa terapia non è sempre applicabile a tutti i pazienti per vari motivi (età avanzata, comorbidità, sede, etc.), sono contemplate anche altre terapie: utilizzo di curettage associato a diatermocoagulazione, terapia fotodinamica (PDT), tecniche laser ablative (CO2 laser), radioterapia, immunoterapia topica con Imiquimod, e terapie in corso di sperimentazione. Il successo previsto del trattamento dipende da molteplici fattori: sede, dimensioni, margini, istotipo, caratteri istologici di aggressività biologica, stati di immunosoppressione.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Clash of Clans, il videogioco più acquistato di sempre

Tutti i dispositivi elettronici mobile noti attualmente consentono di giocare a Clash of Clans. E’ stato creato da Supercell nel 2012 ed è fruibile a livello mondiale. Nel corso di 3 anni, Clash of Clans è divenuto il videogioco più amato dagli appassionati di giochi strategici, scalando le graduatorie internazionali. Il gioco è strategico e tattico fin dal principio quando il giocatore si trova a dover collocare i primi palazzi di un villaggio su un territorio ricco di vegetazione.

Ciò che rende affascinante un gioco come Clash of Clans non è solo l’aspetto di strategia ma è il nesso tra la strategia e l’attività gestionale. Mentre il giocatore si dedica infatti alla creazione del suo villaggio nel migliore dei modi, deve inoltre occuparsi di gestire correttamente le ricchezze a sua disposizione. Per accaparrarsi uomini e strumenti più forti è indispensabile avere a disposizione la giusta quantità di materie prime che ci consentano di svilupparle e perciò, mentre il giocatore si occupa della costruzione degli immobili del villaggio, deve anche gestire al meglio le risorse che possiede.

Clash of Clans non ha concretamente introdotto niente di nuovo nel mondodei giochi dato che alla fine si tratta è un gioco di strategia come tanti. Però è ormai palese che la sommità della graduatoria di videogioco più scaricato di tutti i tempi sui telefonini è sua.

Esistono trucchi a Clash of Clans?

Nei giochi di strategia e quindi anche in Clash of Clans, il modo preferibile per procurarsi ricchezze è quello di attaccare i villaggi degli altri e depredarli. La fantasia dei programmatori è stata indiscutibilmente vasta nel realizzare i modi in cui nel gioco è possibile attaccare e distruggere i clan degli altri. Per difendersi nel migliore dei modi in caso di attacco da parte degli altri clan è doveroso organizzare il clan in maniera efficace, in modo da aiutare le azioni di difesa e renderlo più difficile da saccheggiare. Le strategie di gioco sono individuali e per certi player sarà più facile giocare di difesa, mentre per altri sarà più semplice l’attacco. Le forme dei villaggi che si possono trovare in Clash of Clans sono delle più strane e spesso dalla forma si comprende se lo stile di gioco del player è più orientato alla difesa o all’attacco.

La guerra tra Clan

Con l’introduzione della guerra tra clan, i player di Clash of Clans si possono sfidare da avversari sulla base dei seguenti attributi.

E’ possibile partecipare alla guerra tra clan solamente se siamo perlomeno dieci componenti.Le guerre tra clan sono composte da aderenti attivi e spettatori, cioè da player che non parteciperanno direttamente alla lotta ma casomai potranno dare le loro truppe in aiuto ad uno dei clan.

La guerra tra clan ha diverse fasi:

  • Il giorno dei preparativi: in questa fase vengono organizzate le attività militari per sferrare l’attacco e dopo aver reclutato le truppe fondamentali a lanciare l’attacco, si pianificano le singole battaglie necessarie per vincere la guerra
  • Il giorno della battaglia: l’obiettivo è quello di guadagnare più stelle possibili nell’arco di ventiquattro ore, cioè il tempo presunto per questa fase.Se si attacca un giocatore che ha già subito un attacco da un membro del vostro gruppo, le stelle che si possono ottenere non sono tutte, ma saranno sottratte da quelle ottenute dal vostro compagno.
  • La fine della battaglia: vince il clan che ottiene più stelle e le ricchezze consuistate sono divise tra i membri del clan vincente in base agli attacchi che sono stati compiuti.

Commenti

La bellezza dei resort alle Seychelles

La vostra esistenza si modificherà eternamente dopo un soggiorno alle Seychelles. Il ricordo dei resort alle Seychelles vi resterà all’interno per tanto tempo.La maggior parte dei resort di Seychelles Incanto dispongono di prestazioni di elevatissimo livello ed un’esperienza irripetibile.Seychelles Incanto consente di organizzare le proprie vacanze sia senza preoccuparsi delle spese, con standard di servizi di lusso particolarmente alti, sia con un budget fissato, optando per i resort migliori a prezzi eccezionali.

Resort alle Seychelles: interamente integrati con la natura

Una delle peculiarità basilari che rintraccerete in ciascun resort alle Seychelles è la completa integrazione con la natura che consente alle aree abitative tipiche di convivere con degli scenari straordinari. La realizzazione dei resort alle Seychelles è da sempre estremamente impegnata a non ledere o violare il paesaggio. I servizi realizzati dai resort sono analogamente di elevato livello, sebbene vi siano dei vincoli dati dalla necessità di rispettare la natura limitrofa. La bellezza delle strutture turistiche è proprio in questo sposalizio tra il naturale e l’innaturale, dove ambedue i coniugi si onorano a vicenda.

Dal lusso più elevato alla natura inviolata con pochi passi.

Le possiblità di collocarsi in un resort alle Seychelles sono varie: le ville sono munite di splendidi confort, piscina, zone relax oltre che vista sull’oceano. Il lusso delle strutture turistiche alle Seychelles è eccessivamente alto e la maggior parte dei resort sono dotati di SPA. Il personale particolarmente qualificato della maggior parte delle strutture turistiche e dei resort alle Seychelles da servizi ottimi sia per la felicità el turista, sia per il cibo di altissima qualità.Goditi le più eccellenti vacanze alle Seychelles….

Commenti

Eventi per promuovere la rete tra imprese

Tra le tante associazioni che favoriscono lo sviluppo delle imprese sul territorio, Unindustria effettua sicuramente questa attività con successo sul territorio di Bologna.

Unindustria, dove il Direttore Generale Tiziana Ferrari sovrintende al funzionamento di tutte le associazioni, promuove interessanti eventi sul territorio, sia a scopo divulgativo, sia a scopo formativo sia con l’obiettivo di fare rete tra le imprese.

Uno dei principali eventi dedicati proprio a quest ultimo importantissimo punto è FARETE.

L’evento FARETE, quest’anno, si svolgerà Lunedì 7 e 8 Settembre 2015. La passata edizione ha visto la partecipazione di 13.000 visitatori, numeri i quali hanno invitato gli organizzatori a ripetere l’esperienza nel tempo allargandola.

Gli espositori sono ormai tantissimi e coprono tutti i settori, dall’alimentare al tessile passando per l’informatica.

Unindustria Bologna svolge un ruolo fondamentale nella realizzazione dell’evento ed è grazie all’associazione se un’evento come questo ha raggiunto la portata attuale. La partecipazione delle aziende a questo evento da loro una notevole visibilità dovuta al fatto che all’evento intervengono migliaia di visitatori ai quali le aziende stesse offrono dimostrazioni, workshop, approfondimenti e innovazione.

 

 

Commenti

Da dove nasce la modernizzazione 5250

I server AS400 dal 1995 dopo l’accordo tra IBM e Zend hanno il linguaggio PHP riescono a comprendere il PHP internamente. Nelle realizzazioni di applicativi il PHP e usato spesso per la realizzazione di applicazioni web. Si e evoluto continuamente dal 1995 e ad oggi e alla 5° versione. E’€™ possibile utilizzarlo in contesti abbondantemente differenti grazie alla sua versatilità. Successivamente l’€™accordo precedentemente citato e possibile creare moduli in PHP e farli funzionare sui server AS400 portando benefici anche a chi ha sistemi anziani. Una delle principali migliorie introdotte con la modernizzazione 5250 e sicuramente la possibilità di trasformare in web le pagine dell’€™AS400. Ci sono numerosi programmi che permettono di trasformare l’AS400 in qualcosa di maggiormente adoperabile con le interfacce web.Frequentemente il risultato pero e insoddisfacente.

Le modalita preferibili per la modernizzazione 5250

Una delle scelte migliori per la modernizzazione 5250, oltre quella di rivolgersi a Var Sidim e quella di convertire i principali moduli e le fondamentali pagine in modo da effettuare al meglio il passaggio di interfaccia da parte del cliente. Le logiche di funzionamento sono ampiamente preservate in questo modo. I gestionali AS400 che hanno avuto una modernizzazione si individuano semplicemente. In alcune situazioni, nella fase di modernizzazione si creano altri componenti che si collegano al gestionale AS400 anziche farne parte totalmente. Le operazioni di modernizzazione permettono di potenziare e allargare le qualita offerte dal server AS400.

Come scegliere se serve la modernizzazione 5250?

Indubbiamente avere a disposizione un server sul quale e stata fatta la modernizzazione 5250 e un miglioramento. I benefici sono principalmente dal punto di vista dell’interfaccia, e permettono una miglior gestione sia a livello di amministrazione che da persona che utilizza il prodotto. Le ditte che si occupano di effettuare la modernizzazione 5250, come Sidim, sono numerose ma alcune sono contraddistinte per la loro capacita tecniche relative sia del server AS400 che al PHP. Spesso le aziende che si occupano dell’AS400 non hanno al loro interno programmatori preparati in PHP. Ci sono però imprese che possiedono internamente persone estremamente competenti sia in PHP che in AS400 e che frequentemente hanno strette cooperazioni con societa web o fanno parte di un raggruppamento che realizza molti servizi.

Avere un server moderno offre certamente un miglior controllo di gestione e una migliore capacita di contabilita analitica

http://www.varsidim.it

Commenti

A4 Sicurezza per i tuoi impianti antifurto a Pistoia

Dal 1985, A4 Sicurezza si occupa di impianti di sicurezza attiva e passiva. Installiamo impianti antifurto a Pistoia, e siamo in grado di offrirvi assistenza, preparazione e sostegno nella realizzazione di sistemi di videosorveglianza e antifurto.

La Il distretto di Pistoia è al quinto posto nella classifica regionale, per quanto concerne i furti nelle abitazioni (dati 2012): disporre di impianti di sicurezza attiva o passiva può essere una valida tecnica per proteggere i propri possedimenti e la proprietà.

Cassette di sicurezza e armadi blindati a Pistoia

Nel settore della sicurezza passiva, siamo in grado di progettare cassette di sicurezza e armadi blindati a Pistoia, che sono idonei a differenti necessità. Potete conservare beni preziosi, salvaguardare atti preziosi e denaro. Contattate A4 Sicurezza per avere maggiori dati e consulenza su gli armadi blindati a Pistoia.

Come installare casseforti a Pistoia

Per quanto interessa i sistemi di sicurezza passiva, in più alle cassette di sicurezza e armadi blindati, A4 Sicurezza è può pure di montare casseforti a Pistoia. Per la casa, per le società o gli studi specialistici, vi offriamo casseforti di svariate gamme: a muro, a mobile oppure componibili, con serratura a chiave, con combinatore meccanico, elettronico e time delay. Per l’installazione di casseforti a Pistoia, rivolgetevi ad A4 Sicurezza per una stima gratuita.

Armadi portafucili a Pistoia

Tra i tipi di armadi blindati ci sono pure gli armadi portafucili, basilari per salvaguardare fucili e pistole nella propria abitazione. Offriamo una gamma integrale di contenitori blindati e armadi portafucili a Pistoia, sia per armi “corte” che “lunghe”. Inoltre, le attuali leggi in materia di possesso d’armi prevedono che le armi vengano conservate in casa in contenitori protetti e sicuri: gli armadi portafucili sono una soluzione sicura e pratica. Non indugiate a contattare ad A4 Sicurezza nel caso desideriate maggiori informazioni per montare armadi portafucili a Pistoia.

Commenti

Clash of Clans, ecco un divertimento particolare e attraente seguito da tante persone

Clash of Clans, ecco un divertimento particolare e attraente seguito da tante persone, che getta chi vi si confronta in un mondo insolito da organizzare a propria misura.
Ma in che modo possiamo commentare il fatto che cosi molta gente si senta allettata da divertimenti strategici come Clash of Clans e vi partecipi con impeto?
Forse la motivazione si trova nel fatto che parecchie delle persone che si sono poi appassionate a Clash of Clans non erano, all’inizio, del tutto persuase di quanto potesse essere opportuno indirizzare parte del loro tempo a questo passatempo, infatti quelli che si avvicinano a Clash of Clans per la prima volta potrebbero essere convinti a considerare di non farcela a amministrare tutte le circostanze che il passatempo prevede, ma Clash of Clans riesce perennemente a far si che, oltre il primo approccio, Il giocatore si senta parte integrante del clan e tutto principi a muoversi in modo normalizzato coinvolgendo incessantemente di più a mano a mano che si sale ai livelli superiori, inoltre incide senz’altro in maniera ragguardevole il fatto che, grazie alle progredite tecniche, chiunque si può rendere partecipe di Clash of Clans in ogni istante ed in ogni posto si trovi.

Tutti possono pertanto giocare a Clash of Clans?
Certamente si perché Clash of Clans consente, progredendo nel gioco, di affinare le proprie capacità gestionali volte alla osservazione e allo ampliamento di costantemente nuove strategie che permettano al giocatore di far crescere ed evolvere il personale clan rendendo sempre più affascinante ed intrigante parteciparvi.
In tutti i passatempi strategici come Clash of Clans è essenziale essere dotati di forte anima di osservazione e d’iniziativa allo scopodi essere in grado di attuare in tempi brevi scelte fondamentali per l’intero villaggio e la salvaguardia dei suoi cittadini.
Il giocatore dovrà quindi essere in grado di essere in grado di organizzare, come Clash of Clans richiede, tutto quanto concerne il normale svolgersi della vita quotidiana e,inoltre, essendo in Clash of Clans previsto un esercito dovrà gestirlo,essendone il comandante supremo, per quanto concerne la gerarchia e la dislocazione sul territorio allo scopo di mettere in atto la protezione del villaggio.
Clash of Clans è quindi un gioco che,pur essendo impegnativo,regala grandi soddisfazioni e tantissimo divertimento ed è seguito da un pubblico numeroso e affezionato tanto da farlo rientrare nella ristretta cerchia delle applicazioni ludiche più amate.

Nulla inoltre vieta in Clash of Clans che si possano guidare altri clan contemporaneamente al primo, ma ciò implica una grande esperienza e profonda conoscenza di Clash of Clans e solo chi si cimenta in questo divertimento da tempo e con grande passione riesce a seguire tutte le delicate fasi e i problemi che si prospettano durante la conduzione di numerosi villaggi, quindi per conseguire un livello di professionalità cosi elevato in Clash of Clans, si deve giocare e ancora giocare.
Concludendo, si può immaginare che tutti i divertimenti, siano essi di ruolo, di azione, di strategia o quant’altro, siano in grado di regalare momenti di puro divertimento come certamente è in grado di fare Clash of Clans.

http://www.candycrushsoda.it

Commenti

I rischi da assumersi nelle svariate fasi del mercato finanziario

L’alternanza di fasi euforiche e fasi negative, che ha influenzato le contrattazioni economiche negli ultimi periodi, ha richiamato l’attenzione di parecchi economisti. Questi hanno iniziato a impadronirsi delle nozioni di di finanza del comportamento proponendo di nuovo un dilemma: l’atteggiamento in realtà assunto dagli investitori nel’attuare le proprie scelte di investimento. Importante è il ruolo che simile approccio ha assunto nel descrivere la tendenza dei mercati economici degli ultimi tempi, che non sembra soddisfare il principio della dottrina finanziaria standard: prezzo, uguale valore fondamentale del titolo.

In quel mentre che la dottrina dei mercati produttiviproficui parte dalla condizione che l’investitore sia scientifico, sia provvisto di un’informazione intera e volga a aumentare l’utilità attesa; l’economia del comportamento asserisce viceversa che le persone non debbano essere eternamente razionali e fornisce quindi nuove possibilità per quanto riguarda le preferenze degli stessi. In simile teoria si rimarca come gli investitori aspirino di avere il top per se stessi.LLa psicologia dei mercati economici quindi, tenendo conto delle “debolezze umane” che possono indurre un uomo a fare delle scelte di investimento anormali, si mostra come un approccio più oggettivo.

L’esigenza di tralasciare l’ipotesi di perfetta razionalità viene alla luce dall’episodio che questa non pare in grado di esporre alcune evidenze pratiche rintracciabili nei mercati finanziari. Si arriva pertanto al risultato che la razionalità dell’investitore, descritta dall’ipotesi di mercati efficienti, sia solamente un’apparenza e che prima o poi simile principio darà sempre più considerazione alla più empirica “Behavioral Finance”.

Secondo la teoria economica classica le serie storiche dei valori dei mercati finanziari sono dinamiche. Il corso dinamico più ovvio è detto “random walk” in base al quale una variabile aleatoria, come il valore di un’attività finanziaria, assume in ogni istante un valore non prevedibile.

La parola “random walk” richiama un procedimento completamente casuale per il quale nessun modello previsionale si adatta. Con una serie discretamente ampia di opzioni, il frutto complessivo rebbe adito a il 50% di scelte esatte e il 50%di scelte scorrette. La spartizione dei valori più spesso ricondotta al processo aleatorio è quella detta normale o gaussiana.

Un ottimo procedimento per affidare i propri risparmi è quello di affidarsi all’esperienza di una società di intermediazione mobiliare per diminuire il rischio causato dai cambiamenti del mercato.

Commenti